Caricamento...

FAQ

Domande frequenti
Assistenza / FAQ
Quali sono le caratteristiche che contraddistinguono una stufa a pellet di qualità?
Una stufa di qualità deve:
  • Essere conforme alle più restrittive e documentate normative europee;
  • Essere capace di distribuire il calore in più ambienti e di riscaldare locali anche su piani diversi;
  • Avere la possibilità di regolare la ventilazione al minimo e la potenza di combustione al massimo;
  • Essere a basso consumo energetico e con minime emissioni;
  • Essere dotata di filtraggio della polvere, facilmente ispezionabile e lavabile;
  • Avere una resa termica costante durante tutto il periodo di funzionamento: questo è possibile solo grazie al braciere motorizzato con tecnologia PelletPower®, in grado di depositare la cenere, in modo autonomo e costante, all’interno di un cassetto estraibile. La tecnologia PelletPower®, oltre a garantire una resa termica nel tempo con conseguente riduzione di consumo di combustibile, riduce notevolmente le operazioni di manutenzione;
  • Prevedere manutenzione ordinaria e straordinaria semplificate del cassetto cenere e nelle ispezioni di pulizia e, soprattutto, le manutenzioni devono essere realizzabili a cura dell’utilizzatore, senza richiesta del costoso intervento del tecnico;
  • Farti risparmiare: efficienza significa controllo dei consumi e conseguente riduzione dei costi giornalieri (1 sacco di pellet in meno al giorno = 4 euro di risparmio giornaliero = 400 euro di risparmio a stagione!)
  • Assicurare una silenziosità del funzionamento che garantisca il minimo fruscio;
  • Avere un flusso d’aria calda orientabile;
  • Garantire che il ventilatore ambiente sia ermetico alla polvere e garantito per almeno 4 anni;
  • Avere un’ampia superficie di scambio termico;
  • Essere costruita con un massiccio impiego di ghisa nelle zone ad alta temperatura;
  • Prevedere un piano di cristallo, igienico e di facile pulizia, per riscaldare i cibi.
Quali sono gli obblighi di legge a cui attenersi per installare una stufa?
Lo scarico fumi dev'essere predisposto in osservanza delle norme UNI 10683 e in particolare: il montaggio dei canali da fumo deve essere effettuato in modo da garantire la tenuta ai fumi per le condizioni di funzionamento dell'apparecchio, limitare la formazione delle condense ed evitarne il trasporto verso l'apparecchio. Per caminetti dove si debbano raggiungere scarichi al soffitto o a parete non coassiali rispetto all'uscita dei fumi dall'apparecchio, i cambiamenti di direzione devono essere realizzati con l'impiego di gomiti aperti non maggiori di 45°.
I canali da fumo devono essere a tenuta dei prodotti della combustione e delle condense e coibentati se passano all'esterno del locale di installazione.
Il collegamento tra l'apparecchio di utilizzazione e la canna fumaria deve ricevere lo scarico da un solo generatore di calore.
Lo scarico diretto dei prodotti della combustione deve essere previsto a tetto e il con dotto fumario deve avere le caratteristiche previste dal punto 4.2.2 delle norme UNI 10683, in particolare deve:
  • Essere a tenuta dei prodotti della combustione, impermeabile ed adeguatamente isolato e coibentato alla stregua delle condizioni di impiego (vedere UNI 9615)
  • Essere realizzato in materiali adatti a resistere alle normali sollecitazioni meccaniche, al calore, all'azione dei prodotti della combustione ed alle eventuali condense
  • Avere andamento prevalentemente verticale con deviazioni all'asse non maggiori di 45°.
  • Essere adeguatamente distanziato da materiali combustibili o infiammabili mediante intercapedine d'aria o opportuno isolante.
  • Avere sezione interna preferibilmente circolare: le sezioni quadrate o rettangolari devono avere angoli arrotondati con raggio non minore di 20 mm
  • Avere sezione interna costante, libera ed indipendente.
  • Avere le sezioni rettangolari con rapporto massimo tra i lati di 1,5.
I prodotti a pellet necessitano di particolare manutenzione?
Pulizia settimanale della stufa, svuotando il cassetto cenere. Pulizia periodica di tubi e vano ispezione.
Come si controllano i prodotti a pellet?
Semplicemente con un radiocomando in dotazione, oppure a bordo stufa.
I prodotti a pellet sono dotati di dispositivi di sicurezza?
Sì, di un termostato che spegne la stufa in caso di surriscaldamento e di un pressostato che interviene qualora lo scarico dei fumi sia accidentalmente otturato.
I prodotti a pellet si accendono automaticamente?
Certo, si accendono automaticamente sia la fiamma che la ventilazione forzata.
Le stufe a pellet funzionano senza canna fumaria?
Le nostre sufe a pellet hanno lo scarico dei fumi del diametro di 8 cm. Ciò è reso possibile dal fatto che i fumi sono spinti nel condotto di scarico da un ventilatore. La depressione normalmente offerta dalla canna fumaria è qui creata dalla stufa artificialmente. In alternativa alla canna fumaria si può utilizzare anche un tubo coibentato da 8 cm addossato alla parete esterna.
A quale distanza dalla parete o dai mobili può essere installata una stufa Thermorossi?
10 cm dalla parete, mentre sono sufficienti 50 cm dal fianco del mobile.
Il vetro del focolare rimane pulito?
Sì, grazie alla combustione ottimale.
Quanto è il consumo orario di una stufa Thermorossi?
Per avere un calore sufficiente a far fronte alle normali dispersioni attraverso pareti e vetrate, 2 Kg/ora è un valore attendibile.
In che misura una stufa a legna può riscaldare l'ambiente domestico?
Dipende dal tipo di ambiente e dalle dispersioni termiche a cui esso è assoggettato. Si può affermare che la metratura minima è di 70 metri quadrati, mentre quella massima, nei casi di stufe ventilate, si aggira sui 200 metri quadrati.